menu
Opera San Francesco per i Poveri
Opera San Francesco per i Poveri
Home / Comunicazione / Newsletter / Archivio / Novembre 2008

LA NEWSLETTER DI OSF: NOVEMBRE 2008

 
"Un uomo è tanto sapiente quanto opera, ed è pio e bravo predicatore nella misura in cui mette in pratica; poiché l’albero si riconosce dai suoi frutti."
(da una Biografia di San Francesco, Fonti Francescane 1684)

Lettera di padre Maurizio
Caro Amico, cara Amica,
nel mese scorso in varie occasioni sono stati presentati rapporti inerenti alle situazioni di povertà presenti sul territorio nazionale e locale.
Gli osservatori nella loro autorevolezza hanno consegnato dati che per alcuni aspetti sono allarmanti. Accanto alle povertà conclamate e visibili - penso a coloro che frequentano il nostro centro e altri servizi simili - stanno crescendo nuove forme di impoverimento meno visibili ma altrettanto preoccupanti. Leggi..

Ripartiamo dalla povertà
La Giornata mondiale di lotta alla povertà, celebrata il 17 ottobre, è stata accompagnata da una fitta serie di incontri: il Rapporto 2008 su povertà ed esclusione sociale in Italia, di Caritas Italiana e Fondazione Zancan, il seminario promosso da Caritas Ambrosiana e OSF e il Rapporto sulle povertà nella Diocesi di Milano. Momenti di confronto importante per fare il punto sulla povertà in Italia e nel territorio milanese. Emerge una situazione molto grave ma, allo stesso tempo, si progettano proposte per migliorare gli interventi e far fronte a questa urgenza. Leggi..

Presepi dal mondo: i tanti colori della fede
Anche quest'anno Opera San Francesco organizza l'esposizione e la vendita di presepi sul sagrato della Chiesa dei Cappuccini in viale Piave a Milano. Il 13 e il 14 dicembre l'iniziativa di Opera San Francesco porta a Milano presepi da tante parti del mondo, per rinnovare una tradizione che nasce proprio con San Francesco e che resta oggi simbolo dello spirito più vero del Natale. Leggi..

Ascoltare ed entrare in sintonia con il bisogno: la storia da volontario di Francesco
Francesco Castelli è volontario al servizio accoglienza di OSF. Ci racconta la sua esperienza, fatta di colloqui grazie ai quali conosce le vite e i bisogni più urgenti di ciascun povero. Bisogna saper entrare in contatto profondo con problemi differenti, cercare il modo migliore di comunicare ma, soprattutto, di ascoltare. E' importante essere consapevoli di non essere mai soli, ma di poter contare sempre sulla rete di servizi offerti da OSF. Leggi.. (la pagina dedicata)