menu
Opera San Francesco per i Poveri
Opera San Francesco per i Poveri
Home / Comunicazione / News / Tornare a camminare: un sogno realizzato per Jon Bachner

Aprile 2009

TORNARE A CAMMINARE: UN SOGNO REALIZZATO PER JON BACHNER

La storia di Jon Bachner è una storia a lieto fine.

Nato a Costanza (Romania) nel 1973, primo di sette figli, finita la scuola dell'obbligo Jon è costretto ad abbandonare gli studi per trovare un lavoro e contribuire al sostegno della famiglia. Dopo numerosi lavori temporanei e poco qualificati, Jon ottiene un'occupazione stabile e retribuita presso il cimitero cittadino. Nel 2002 diventa padre del piccolo Costi, qualche mese dopo però, Jon ha un grave incidente ferroviario che gli causa l'amputazione della gamba destra e quella parziale del piede sinistro. A causa dell'incidente Jon perde il lavoro e si ritrova a dover vivere assieme ai suoi sei fratelli che a malapena riescono a mantenerlo. Nel 2006 Jon decide di partire per l'Italia con la speranza di poter fare un intervento di artro-protesi. Arrivato in Italia, però, capisce di non avere i requisiti necessari per sostenere l'intervento. Nonostante le condizione precarie in cui si ritrova a vivere (un alloggio di fortuna prima, una tenda poi) decide di rimanere in Italia per non tornare a pesare economicamente sulla sua famiglia. È a questo punto che viene in contatto con Opera San Francesco, dei cui servizi diviene un abituale fruitore. Da qui inizia il suo percorso di sostegno e di rinascita personale.

La svolta decisiva avviene quando Jon conosce, durante una delle sue giornate trascorse elemosinando, una signora, Chiara Cantono, che si appassiona alla sua storia e decide di aiutarlo. Questa nuova amica riesce a coinvolgere più realtà, importanti aziende e singoli professionisti, che accolgono l'invito ad aiutare gratuitamente Jon. "Lo scorso anno - ci racconta Fabio Vendraminetto della filiale italiana di ALPS South Corporation - siamo stati contattati dall'architetto Chiara Cantono, responsabile di Well-Tech, un'organizzazione che si occupa di progettazione e ricerca sulle nuove tecnologie sostenibili e che ogni anno organizza il Well-Tech Award, un premio all'innovazione tecnologica.
L'architetto Cantono ha chiesto a noi di ALPS (rappresentanti in Italia della Blatchford & Sons) la disponibilità a sviluppare un progetto comune per poter garantire la deambulazione a un paziente che non aveva accesso al Sistema Sanitario Nazionale.
Abbiamo quindi deciso di coordinare i fornitori coinvolti (Blatchford ed ALPS, che hanno fornito i prodotti e il supporto) e ci siamo affidati ad Emanuele Albanito, responsabile del Laboratorio Tecnico Ortopedico Albanito. Emanuele si è subito messo a disposizione per adattare i prodotti alla protesi per Jon e, insieme ad Antonio Ventrella, fisioterapista, ha poi gestito il processo di riabilitazione".
I lavori iniziano a novembre 2008 presso i locali del servizio docce che Opera San Francesco ha messo a disposizione: Fra Domenico Lucchini, infatti, responsabile del servizio docce e guardaroba di OSF, ha seguito, insieme agli altri soggetti coinvolti, il percorso di Jon che, dopo soli 4 mesi, è riuscito a camminare di nuovo.
Tutti hanno fatto la loro parte, ma il lavoro di Emanuele Albanito e Antonio Ventrella è sicuramente degno di nota, sia per il risultato che per la loro dedizione.

Il 22 aprile, presso la Provincia di Milano, si è tenuto il Well-Tech Award 2009 in cui è stato premiato, dal presidente della Provincia Filippo Penati, l'intervento protesico e riabilitativo fatto a Jon. Hanno ritirato il premio Jon, Emanuele Albanito, Fabio Vendraminetto, rappresentante di Blatchford & Sons e ALPS, e Fra Domenico Lucchini di Opera San Francesco.

 

Notizia presente
nella newsletter
Aprile 2009